NFT e Sport Industry: il Fan Engagement delle Crypto

NFT e Sport Industry: un binomio consolidato. Nel 2021, federazioni, club e atleti di tutte le discipline si sono avvicinati al mondo dei Non-Fungible Tokens, sperimentando iniziative per approcciare il nuovo business in maniera diretta e innovativa. Da NBA Top Shot a Sorare, passando per le collezioni di NFT rilasciate sul mercato da atleti di alto livello come Alphonso Davies e Andy Murray: le attivazioni non sono mancate. Di recente, la Juventus ha messo in vendita una rappresentazione in 3D e in alta definizione della nuova divisa casalinga per la stagione 2021/22. La versione digitale, unica nel suo genere grazie alla tecnologia blockchain NFT Pro, è stata acquistata all’asta per circa 30.000 dollari.

NFT e Sport Industry
Fonte: NFT Pro

Proprio la decisione di mettere all’asta un prodotto (in versione digitale e unica) così riconoscibile e ambito dai tifosi, come la divisa da gioco del club, suggerisce di analizzare una nuova frontiera che lega le piattaforme di crypto ai brand calcistici: le sponsorizzazioni di maglia.

Piattaforme crypto e sponsorizzazioni di maglia: le novità in Italia e all’estero

Le iniziative di Fan Engagement degli ultimi mesi hanno permesso ai club di calcio di avere un primo approccio positivo al mercato e rendersi riconoscibili anche a un pubblico digitale nuovo. Ma il percorso di consolidamento della Football Industry all’interno del mondo delle crypto non si ferma qui. È in crescita, infatti, il numero di club che stipulano accordi di sponsorizzazione di maglia con piattaforme che controllano le crypto. Lo dimostra il caso della Roma, che ha svelato la propria divisa da gioco per il 2021/2022: al centro della maglia, come Main Sponsor, campeggia il brand DigitalBits. La piattaforma, fondata nel 2017 in Texas, gestisce la crypto XDB e verserà 36 milioni di euro in tre anni nelle casse giallorosse. L’obiettivo dichiarato dell’azienda, sin dalla sua fondazione, è rivoluzionare il settore delle crypto, concentrandosi soprattutto sulla creazione di un rapporto di loyalty con gli utenti finali.

Sulla scia dell’annuncio riguardante la Roma, anche l’Inter potrebbe accordarsi con una società di crypto: Socios.com potrebbe essere annunciato a breve come nuovo Main Sponsor nerazzurro. Secondo quanto anticipato dal Corriere dello Sport il 16 luglio, si tratterebbe di un accordo pluriennale da 20 milioni a stagione (in data 21/07/2021, l’accordo tra Inter e Socios.com è stato confermato anche dal club nerazzurro, ndr).

Socios.com andrebbe a sostituire Pirelli, partner storico della società nerazzurra, segnando un netto cambio di paradigma: i brand digital first stanno man mano sostituendo gli sponsor tradizionali legati alla realtà fisica, come è emerso dall’analisi dei partner di Euro 2020. Un vero e proprio processo di empowerment degli sponsor digitali.

Tuttavia, il trend delle sponsorizzazioni di maglia da parte delle piattaforme crypto non è circoscritto solo al calcio italiano. Anche all’estero si registrano accordi simili. Nel febbraio 2021, ad esempio, il Betis Siviglia ha siglato una partnership con Bitci.com, società di blockchain turca che nella scorsa stagione appariva come Back Sponsor sulle divise del club biancoverde. Sempre in Spagna, una menzione particolare la merita il Valencia, che ha fatto un passaggio in più rispetto alle altre compagini citate: il Main Sponsor della squadra dei pipistrelli sarà $VCF, il Fan Token del club che verrà lanciato sul mercato in collaborazione con Socios.com. Secondo le prime indiscrezioni, la sponsorizzazione garantirà al club una cifra inferiore a quella investita da Bwin in precedenza (che si attestava sui 4.8 milioni di euro all’anno).

Dalla sponsorizzazione al Fan Engagement: le piattaforme crypto come strumento per la Gamification

Nonostante tutto, l’iniziativa del Valencia rappresenta un unicum sul mercato: è la prima volta che una squadra di calcio viene sponsorizzata da un Token digitale destinato all’interazione coi fan. Si tratta di una scelta emblematica: il tifoso è sempre più al centro delle dinamiche decisionali dei club e lo spazio dedicato sulla divisa della prima squadra conferisce ancora più riconoscibilità al progetto fan-centrico.

Le attivazioni legate al Fan Engagement sono destinate a diffondersi rapidamente tra tutte le squadre europee e non solo: il Fan Token $VCF, ad esempio, che è disponibile sulla blockchain di Chilliz, permetterà ai tifosi di influenzare, tramite sondaggi, le decisioni della società su diversi aspetti, come il design degli stadi, i motti ispirazionali adottati dal club o le divise speciali indossate dai calciatori. A tal proposito, è già partita la prima campagna: da domenica 18 luglio, i tifosi del Valencia possono vincere una maglietta della nuova stagione autografata. Come? Acquistando i Fan Token e partecipando a un quiz sulla storia del club.

Questo dimostra come la Gamification sia una componente fondamentale del fan engagement nella Sport Industry. La Sport Digital Evolution impone ai club di convogliare l’attenzione dei tifosi in app dedicate, per creare community sempre più verticali che siano basate sull’interesse e sulle passioni dei fan. Attraverso quiz, sondaggi, votazioni e concorsi, il singolo fan viene continuamente stimolato a interagire col club per avere accesso a reward dedicati (che includono anche money can’t buy experiences) e acquisire una condizione privilegiata rispetto al resto della fanbase.

NFT e Sport Industry: l’impatto delle nuove sponsorizzazioni sul processo di membership

Il vantaggio per i club è tangibile e si manifesta su più livelli. In primo luogo, la trasformazione digitale, spinta e amplificata dall’introduzione di partnership con brand legati alla tecnologia blockchain, favorisce la costruzione strategica di attività di membership. Il tifoso si trasforma in member e questo permette di rafforzare il suo legame con il club e generare nuovi flussi di revenue. Nel dettaglio, le attività di Fan Engagement online permettono di catturare l’attenzione del tifoso, che sarà invogliato a effettuare altri acquisti sulle piattaforme del club. In questo senso, i member profilati saranno propensi ad acquistare prodotti di merchandising che incontrano le loro preferenze (revenue indiretta) e/o ad assicurarsi la sottoscrizione annuale per accedere a contenuti e opportunità esclusive.

Oltre a ciò, non va dimenticato che, una volta messi sul mercato, gli NFT (sempre più presenti nella Sport Industry) contengono un’enorme quantità di dati che riflettono le preferenze del singolo tifoso nel suo processo d’acquisto e/o di partecipazione a un concorso. Dati preziosi che permettono alla società di continuare ad aggiornare le proprie proposte, personalizzandole secondo le esigenze del fan/member. Un modo diretto ed efficace per fidelizzare la community.

A queste considerazioni si aggiunge una riflessione legata alla riconoscibilità: la presenza del marchio $VCF o dei brand (Socios.com e Digitalbits) sulle divise da gioco garantisce al club un notevole aumento di Brand Awareness. La squadra in questione sarà sempre più riconoscibile anche agli occhi dei fan internazionali e le community si amplieranno anche a quegli utenti digitali che, non necessariamente appassionati di calcio, assoceranno all’istante il club alla piattaforma sponsor.

La scelta di virare sugli sponsor digitali permette dunque ai club di allineare le proprie strategie offline con quelle online e rafforzare il proprio legame con la community. Un approccio omnichannel che garantisce la massimizzazione delle revenue, grazie al rapporto diretto coi tifosi.

Key takeaways:

Il legame tra NFT e Sport Industry è sempre più stretto. Nel calcio si stanno moltiplicando gli accordi di sponsorizzazione che coinvolgono le piattaforme crypto: la partnership DigitalBits – AS Roma è solo una delle ultime novità;

Il vantaggio di questi accordi è evidente: permettere ai club di implementare strategie di Fan Engagement basate sulla Gamification, fidelizzando la community di tifosi e stratificandola su più livelli, così da attivare diversi livelli di membership.

La sponsorizzazione di maglia, poi, amplifica la portata e la visibilità dei brand calcistici anche tra chi non è appassionato di calcio.

Metti in atto la tua Sport Digital Transformation


    Redazione Sport Thinking
    Author

    La Redazione di Sport Thinking, il Brand Magazine di IQUII Sport, è composta da esperti del settore e giornalisti con una passione in comune: lo Sport e le sue implicazioni di business. La Redazione lavora quotidianamente per offrire analisi, spunti e approfondimenti di interesse e sempre aggiornati, secondo gli ultimi trend della Sport Digital Transformation.