Per uscire premi Esc

ONE Championship: la sfida asiatica al mercato UFC

ONE Championship. Sicuramente a molti di voi questo nome non dirà nulla, e questo mondo sarà completamente sconosciuto.

Eppure – secondo quanto affermato da Forbes, Bloomberg, CNN e altri esponenti di spicco nel panorama economico – parliamo della più grande organizzazione al mondo di arti marziali, maggior produttore di contenuti sportivi in Asia dedicati ai più giovani e ai Millennials.

Con 2.6 miliardi di potenziali spettatori, una fanbase nel mercato orientale di 563 milioni di appassionati di arti marziali e la presenza mediatica in oltre 140 paesi, ONE Championship pone alle fondamenta della propria piramide valoriale la celebrazione del grande tesoro culturale asiatico e soprattutto i valori alla base delle arti marziali, come onorerispettointegrità, umiltà disciplina portando sul mercato uno dei più grandi spettacoli nel mondo delle Mixed Martial Arts.

 

Tutto questo è reso possibile grazie alla presenza di oltre 140 campioni del mondo e più di 550 atleti impegnati in diverse discipline di arti marziali, che danno vita alla più grande collezione di World Champions di qualsiasi associazione di fighters del pianeta.

Gli atleti rappresentano il cuore dell’organizzazione asiatica, veri e propri eroi in grado di ispirare e far sognare milioni di persone, spingendole ad essere e fare di più nella vita.

 

Ma la più grande piattaforma di MMA – nata a Singapore nel 2011 – si trova dove è oggi grazie soprattutto allo sviluppo tecnologico, alla diffusione degli smartphone e dei social network. Conta infatti una fanbase aggregata totale di oltre 25 milioni di follower, l’80% dei quali sono Millennials. Grazie alla realizzazione di contenuti brevi, veloci e all’avanguardia è perfetta per attirare l’attenzione dei più giovani.

One Championship

ONE Championship però non è l’unico player presente sul mercato delle MMA. Esiste infatti una corporazione che, dal 1993, è leader nel Nord America e in Europa, ossia UFL – Ultimate Fighting Championship, di cui OC si pone oggi come primo competitor sul mercato occidentale.

Che la lotta abbia ufficialmente inizio!

Il CEO di ONE Championship – Sityodtong – infatti ha deciso di esportare il proprio brand, prodotto e immagine negli Stati Uniti e in Europa, dando dunque il via ad una competizione diretta con la massima organizzazione di MMA occidentale.

Il primo passo in questa direzione è stato compiuto lo scorso gennaio, quando ONE Championship ha stretto una collaborazione con Turner Sport.

Sityodtong sta dunque cercando di emergere anche nel nostro mercato, dando origine ad un modello di business decisamente alternativo rispetto a quello di UFC. Mentre infatti l’organizzazione occidentale ha da sempre adottato un approccio meccanico, facendo leva sul sangue e sulla violenza per la promozione dei principali eventi – cosa assolutamente in contrasto con le tradizioni sviluppate in Asia 5000 anni fa – quella orientale ha deciso di portare avanti una strategia più emozionale, avvicinandosi in tal modo ai propri fan e consumatori, ed esportando la tradizione asiatica e la purezza di questo sport. L’approccio di ONE Championship è in grado di andare a toccare il cuore della propria audience, e questo è l’elemento innovativo, capace di portare l’organizzazione di Sityodtong a riempire i più ampli e iconici stadi, acquisire la maggiore fanbase e ottenere il più grande pubblico televisivo di eventi dal vivo.

Ma le innovazioni della casa asiatica non sono finite qui – oltre a portare la propria immagine negli USA – ONE Championship sta cercando di cavalcare l’onda digitale, annunciando il lancio ufficiale della più grande serie di campionati mondiali di eSport in Asia. Esiste infatti un naturale legame tra MMA e fan di giochi in Asia.

Carlos Alimburg – AD di ONE eSport e responsabile della gestione e della visione del brand – ha dunque confermato una serie di eventi in programma, tra cui il Singapore World Pro Invitational – che avrà luogo dal 20 al 22 dicembre prossimi – e One Dota 2 Jakarta World Pro Invitational ad aprile 2020.

 

Il viaggio di ONE Championship è appena iniziato, i prossimi mesi e soprattutto i prossimi anni saranno di fondamentale importanza, in quanto ci sono tutte le premesse per far sì che l’organizzazione asiatica possa sperimentare una crescita esponenziale. Chi vincerà la lotta tra ONE Championship e UFC?

Laureata magistrale in Economia Aziendale e Management - con indirizzo triennale in Management dello Sport e degli Eventi Sportivi - e allenatrice di pattinaggio artistico su ghiaccio, ama il mondo dello sport in ogni sua forma. È oggi Digital Strategist Jr. presso IQUII Sport, la business unit di IQUII per la Sport Digital Transformation.

Sei già iscritto alla nostra Newsletter?

Riceverai in anteprima approfondimenti esclusivi e una sintesi delle nostre pubblicazioni mensili.