Internazionalizzazione e valorizzazione del brand: sono questi i concetti alla base della strategia di crescita intrapresa nel 2013 da La Liga, massima serie calcistica spagnola. In quest’ottica, fondamentale risulta essere l’approccio digital, che si rivela strumento chiave per la crescita dell’intero movimento e di tutti i club che ne fanno parte.

La Liga è stata tra le prime organizzazioni sportive a comprendere l’importanza della creazione di un network internazionale che fosse in grado di coprire tutti i continenti. E considerando che il pubblico della federazione spagnola è globale e conta milioni di seguaci che si concentrano in diverse aree geografiche del mondo, è emersa la crescente necessità di coinvolgere, fidelizzare, intrattenere ed educare nuove fanbase, indirizzando la comunicazione soprattutto ai mercati emergenti.

Tale consapevolezza ha portato all’apertura, in circa 6 anni, di ben 22 profili su 12 differenti canali online de La Liga, che oggi comunica al pubblico in più di 15 lingue.
Ma non è finita qui, perché la massima organizzazione calcistica spagnola ha iniziato il 2020 nel migliore dei modi, tagliando un traguardo degno di nota grazie al raggiungimento di un totale di 100M di follower su tutte le piattaforme social in cui è presente.
Dal 2013 ad oggi infatti è stata in grado di moltiplicare per 25 la propria fanbase online, riuscendo a consolidare i profili social aperti all’interno di tutti i continenti.
47000 follower al giorno: è questo l’incremento medio ottenuto dalla lega dopo l’avvio della strategia di crescita internazionale, passando dai 3.9M follower iniziali agli oltre 100M attuali.

Da quanto emerge all’interno del nostro 22esimo “The European Football Club” Report (scaricabile qui), La Liga non ha alcun rivale su due social network in particolare: Facebook e YouTube.
Il primato assoluto di Facebook è da addebitare all’accordo sui media rights stretto nel 2018 con il social di Mark Zuckerberg, che ha permesso la trasmissione delle partite live nel subcontinente indiano. In questo modo la lega spagnola ha registrato un esponenziale aumento di follower su Facebook, superando in termini di fanbase colossi come Premier League ed NBA.

Per quanto riguarda YouTube invece, LaLiga risulta essere la prima divisione di calcio al mondo ad aver raggiunto e superato i 5M di abbonati, con una variazione media, da settembre a oggi, del +3.42% mensile.

I mercati internazionali dunque si rivelano una considerevole fonte di valore strategico nella Sport Industry, e La Liga ne rappresenta un imprescindibile esempio. Grazie alla strategia intrapresa nel 2013, il team dedicato è stato in grado di rilevare le esigenze di tutti gli utenti, offrendo loro contenuti customizzati, rilevanti e soprattutto di qualità, in grado di migliorare il posizionamento dell’organizzazione sportiva sia a livello nazionale quanto soprattutto a livello internazionale.
Solo differenziando e personalizzando la comunicazione, per adattarla a paesi ed a lingue, culture e interessi differenti si crea la possibilità di fidelizzare una fanbase più ampia e di veicolare la propria vision e mission ad un pubblico esteso, incrementando dunque la visibilità globale del brand.

Per approfondire e confrontare i dettagli della crescita social di club, atleti e federazioni della Football Industry, scaricate l’ultima edizione del nostro “The European Football Club” Report.

Alice Cartasegna
Author

Laureata magistrale in Economia Aziendale e Management - con indirizzo triennale in Management dello Sport e degli Eventi Sportivi - e allenatrice di pattinaggio artistico su ghiaccio, ama il mondo dello sport in ogni sua forma. È oggi Digital Strategist Jr. presso IQUII Sport, la business unit di IQUII per la Sport Digital Transformation.

Scrivi un commento