UEFA Champions League 2020: l’analisi della finale

UEFA Champions League 2020

Il Bayern Monaco è sul tetto d’Europa per la sesta volta nella sua storia. I bavaresi si sono imposti per 1-0 sul Paris Saint-Germain nell’insolita finale di Lisbona, che chiude una stagione fuori dall’ordinario.Dopo lo studio su Twitter dedicato ai quarti di finale e alle semifinali portoghesi, IQUII Sport conclude la propria analisi con la finale dell’Estádio da Luz, sicuramente l’evento calcistico più atteso e più seguito dell’anno. Monitorando gli hashtag della partita (consultabili alla fine dell’approfondimento), sono stati rilevati 188.6K tweet nella sola giornata di domenica 23, giorno della finale (oltre i 175.5K registrati per la super-sfida Barça v Bayern, ottenuti monitorando l’intervallo di tempo dei quarti di finale, ossia ben quattro giorni).

Significativi anche i dati relativi ai due hashtag ufficiali della competizione, ossia #UCL e #UCLFinal: in totale sono stati generati 201.7K tweet, per un aggregato complessivo, tenendo in considerazione anche gli hashtag della partita, pari a 334.3K.

UEFA Champions League 2020Tra le due finaliste ovviamente è il Bayern, la squadra vincitrice, a registrare più menzioni all’account ufficiale (@FCBayern): sono 8492 i tweet, nell’intervallo di tempo considerato, contenenti un hashtag tra quelli prima identificati e una menzione al profilo del club bavarese. Si attestano a 5460, invece, le citazioni all’account parigino @PSG_inside.

UEFA Champions League 2020Concentriamo infine ora la nostra analisi sui giocatori, dove si nota l’assenza del grande protagonista della partita, Kingsley Coman. L’autore del gol che ha deciso la sfida è assente nella chart dei TOP 3 giocatori più menzionati (sempre considerando i tweet con almeno un hashtag tra quelli sopra indicati) poiché non presente su Twitter con un profilo ufficiale. Così, al suo posto, è Neymar a prendersi il trono con 2189 citazioni, ancora una volta primo in questa speciale graduatoria. Dopo la vittoria nel 2015, il talento brasiliano non è riuscito a sollevare nuovamente la coppa più prestigiosa, solo sfiorata con un volto pieno di lacrime. Sul secondo gradino del podio il suo compagno di squadra Kylian Mbappé (1511), che non ha di certo fornito la sua prestazione migliore, più volte fermato da un Neuer strepitoso. A chiudere, a quota 733, il solito Robert Lewandowski, che non è riuscito a mettere la sua firma su questa finale, unica partita di questa Champions in cui non è andato a segno.

Leggi anche  Luca Donati: "Il Fan Engagement è la nuova sfida dello Sport Manager 4.0"

UEFA Champions League 2020

Si chiude così un’altra stagione calcistica piena di emozioni e sorprese: ma il 2020/2021 è già alle porte, e noi ci faremo trovare pronti con analisi, studi e approfondimenti sempre nuovi per raccontare al meglio tutte le emozioni che ci aspettano.

Metodologie
I tweet recuperati sono quelli contenenti almeno un hashtag della competizione (es. #UCL, #UCLFinal) o un hashtag delle partite in programma, nel periodo che va dal 23 agosto alle 00:00 al 23 agosto 2020 alle 23:59. Di seguito, l’elenco di hashtag considerati partita per partita:
PSG v Bayern: #PSGFCB, #PSGBayern, #PSGBAY.

Condividi questo articolo!
Email this to someone
email
Share on LinkedIn
Linkedin
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*