Internet of Things: Shark Experience cambia il modo di vivere il golf

Golf Shark Experience

Alcuni golfisti vedono lo sport come una fuga totale dal mondo che li circonda: nessuno smartphone, nessun carrello o caddy. Altri, invece, preferiscono un’esperienza altrettanto immersiva, anche se in modo diverso.

Greg Norman Company e Verizon hanno annunciato “Shark Experience”, un’innovativa tecnologia in grado di migliorare l’esperienza quando si gioca a golf. Partner di Club Car – leader mondiale nel settore del trasporto sui campi da golf – e GPSi – leader mondiale nella tecnologia GPS applicata al golf – Verizon e The Greg Norman Company forniranno un servizio che garantirà connettività, contenuti e personalizzazione senza precedenti per un’esperienza di gioco unica.Sfruttando le principali tecnologie di rete – 4G LTE e Multicast di Verizon – , le vetture da golf saranno dotate di un display touchscreen ad alta definizione e di altoparlanti integrati con connessione Bluetooth. I golfisti potranno godere di contenuti curati da Verizon, inclusi musica in streaming, sport live, news, intrattenimento, oltre a suggerimenti da un campione del calibro di Greg Norman.

(Una nuova “Golf Experience”)

Shark Experience consente un’esperienza senza soluzione di continuità, di completa immersione nel gioco. Attualmente è disponibile in una versione pilota e verrà lanciata in campi selezionati negli Stati Uniti nel corso del 2018.“L’industria del golf aveva bisogno da tempo di una vera e propria innovazione, qualcosa che incoraggiasse un cambiamento reale e una crescita reale. Noi crediamo che Shark Experience sia la risposta”, ha dichiarato Greg Norman. “Questa soluzione migliora l’esperienza del giocatore ed è personalizzabile per ogni preferenza di ogni individuo – qualsiasi sia il tuo livello di esperienza – Shark Experience ha qualcosa per intrattenerti e divertirti”.

 

Leggi anche  This is Football: il calcio inglese sul tetto d’Europa
Condividi questo articolo!
Email this to someone
email
Share on LinkedIn
Linkedin
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*