Per uscire premi Esc
Olimpiadi Invernali

Olimpiadi Invernali di PyeongChang, cresce l’attesa sui social media

M

ancano meno di cento giorni alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang: quella del 2018 sarà la prima edizione dell’era Eurosport e Discovery e, soprattutto, la prima edizione completamente digitale mai tenutasi in Europa, un evento in grado di raggiungere un numero di persone, attraverso uno schermo, mai raggiunto prima d’ora nel corso delle precedenti edizioni. Soprattutto, inutile sottolinearlo, grazie ai social media.

I diritti che Discovery si è aggiudicata – da qui fino al 2024 – sono costati 1,3 miliardi di euro e le consentono la trasmissione su tutte le piattaforme online e mobile per l’Europa.

Tutte le gare saranno dunque visibili su Eurosport Player che si configura come un “luogo virtuale”, più che un canale, in cui vivere l’esperienza delle Olimpiadi. Più di 100 eventi in diretta disponibili e accessibili da qualsiasi dispositivo, in qualsiasi momento. Fiore all’occhiello dell’offerta di Eurosport sarà la possibilità di personalizzare i contenuti fin nei minimi dettagli: canali dedicati agli atleti di ogni nazione, interviste, collegamenti con i campi, approfondimenti e ospiti speciali nelle trasmissioni “fuori campo”.

social media

(Le grandi novità delle Olimpiadi Invernali 2018 di PyeongChang.)

 

4000 ore di eventi, di cui 900 live, ogni azione catturata a beneficio degli spettatori, la produzione di contenuti multimediali minuto per minuto, il supporto dei maggiori digital influencer europei: tutto questo si traduce in una grande opera di storytelling e in un ulteriore impegno di massa sui siti digitali di Eurosport e sulle piattaforme dei social media, dove l’attenzione e il coinvolgimento dei fan, soprattutto di quelli più giovani, saranno molto alti.

“Stiamo seguendo un obiettivo chiaro, quello di portare i Giochi a più persone e su più schermi, come mai prima d’ora. Vogliamo ridefinire l’esperienza visiva dei Giochi Olimpici, grazie a uno storytelling immersivo, a un team di talent senza rivali e a una strategia multischermo, che ci permetterà di raggiungere un pubblico nuovo e più giovane.”

Questa la dichiarazione di JB Perrette, Presidente e Ceo Discovery Networks International.

 

Dal retaggio della digital company IQUII, e dall’esperienza continua su progetti di rugby, tennis, calcio e più in generale nello sport a tutti i livelli, nasce lo Sport Innovation Hub pensato per approfondire differenti aree di interesse in ambito sportivo e, nello specifico, Sport Marketing, Sport Technology, Fan Engagement e Insight e Report.

Sei già iscritto alla nostra Newsletter?

Riceverai in anteprima approfondimenti esclusivi e una sintesi delle nostre pubblicazioni mensili.