Dopo le intensissime semifinali, molto seguite come tutto il percorso del torneo, è andato in scena, sabato sera, l’atto finale della manifestazione calcistica più importante del nostro continente. La finale di Champions League, in programma quest’anno a Kiev, è risultata essere, come ampiamente previsto, un evento mediatico di portata globale. Ma ciò che un tempo era la TV, insieme agli altri media tradizionali, oggi è social e live, con un pubblico sempre più abituato a partecipare, piuttosto che semplicemente ad assistere. Archiviate le qualificazioni ai danni del Bayern e della Roma, venendo al campo, Real Madrid e Liverpool hanno infatti dato vita ad un match seguitissimo, che si è giocato sui new media prima e dopo i 90 minuti giocati in terra Ucraina, ma, soprattutto, durante la contesa, e in tempo reale.

Una enorme partecipazione stimolata anche grazie al grande lavoro dei digital team dei Galacticos e dei Reds che, interpretando il cambiamento in atto nella Sport Industry, e la Sport Digital Transformation, si stanno evolvendo nelle più importanti media company dello scenario sportivo internazionale, con strategie sempre più guidate dai dati per il fan engagement e la monetizzazione, schierando i loro player 4.0.

champions league su twitter
(UCL Twitter Club: la finale. Infografica.)

IQUII Sport, per questo, ha monitorato e analizzato le discussioni su Twitter relative ai match della Uefa Champions League, seguendo anche la finale. I dati raccolti sono stati messi in evidenza in una infografica dedicata, che presenta i contenuti in modo esclusivo, e in anteprima, con UCL Twitter Club, l’approfondimento dedicato alla Champions League su Twitter.

Anche l’ultima partita di questa edizione del 2018, nel periodo di analisi considerato, ovvero dalle ore 20:45 di sabato 26 Maggio alle ore 22:38 dello stesso giorno (inizio e fine della partita), ha registrato grandissima partecipazione, con una audience che ha visto fan, testate, giornalisti e addetti ai lavori pubblicare contenuti di ogni tipo, che, sommati, hanno raggiunto una portata vastissima. Tra le tante informazioni raccolte, ecco quelle più interessanti che abbiamo selezionato ed evidenziato:

Il numero totale di tweet è stato di 186.737, considerando gli hashtag #UCLfinal, #UCLfinal2018, #WeAreLiverpool, #LFC, #Believers, #Liverpool, #LiverpoolFC, #YNWA, #APorLa13, #HalaMadrid, #RMA, RealMadrid, #RMALIV, #RMALFC, #RealMadridLiverpool, #RealLiverpool, #ChampionsLeagueFinal, #ChampionsLeague, #UEFAChampionsLeagueFinal e #UEFAChampionsLeague.

Il grande evento di Kiev, la finalissima della Uefa Champions League, ha registrato una mole complessiva di 749 pubblicazioni nelle quali è stato menzionato l’account ufficiale della manifestazione. 22, invece, sono stati i tweet del profilo della UCL, nell’arco temporale preso in esame.

Gli utenti più menzionati, e non era difficile prevederlo visto l’andamento della sfida, sono stati LFC, con 3.709 tweet, seguito da realmadrid (2.930), MoSalah (2.614), SergioRamos (1.842), GarethBale11 (1.776), ChampionsLeague (749) e Cristiano (617). I due profili dei club che si contendevano la coppa dalle grandi orecchie, quindi, e quello della manifestazione, in competizione con i gladiatori dell’arena di Kiev, che hanno deciso le sorti dell’incontro. Confermando come il terreno di gioco, e quanto accade nel rettangolo verde, risulti fondamentale per la produzione di contenuti che si genera in rete. Già, la rete, quella connessa in tempo reale e che, proprio in real time, ha reagito alla spettacolare rovesciata di Bale, che, differente nello stile ma non nell’esito rispetto a quella di CR7 contro la Juventus, ha riportato in vantaggio i compagni dopo l’1-1 del Liverpool. Una mazzata decisiva, per gli uomini di Klopp, che non hanno saputo più reagire, privati anche del loro uomo simbolo, anch’egli tra i calciatori maggiornamente al centro dell’attenzione mediatica, per un infortunio forse determinante, insieme a chi lo ha causato. Il capitano del Real, infatti, è stato additato da molti per un intervento al limite del regolamento. Da segnalare, inoltre, anche l’attenzione avuta da LorisKarius, citato 269 volte, autore di due errori che hanno inciso moltissimo sullo score finale.

Anche gli account dei club finalisti, prendendo in considerazione solo quelli ufficiali in lingua madre, e non quelli ulteriori che ‘cinguettano’ negli altri idiomi, che hanno twittato durante l’intervallo indicato usando uno o più hashtag sopra menzionati, sono stati tra i protagonisti social più attivi. Queste le loro performanceLFC (22 tweet) e realmadrid (15). Con il tweet dei vincitori, con l’hasthag #CHAMP13NS in bella mostra, a rappresentare quello con l’engagement rate più alto: 0.35%.

Da evidenziare, infine, il numero di pubblicazioni nei ‘momenti chiave’ della partita tra spagnoli e inglesi:

21:19 infortunio di Salah: 4370 tweet;
dalle 21:34 alle 21:50 intervallo: 2766 tweet;
21:58 vantaggio del Real Madrid con gol di Benzema: 2907 tweet;
22:01 pareggio momentaneo del Liverpool con Mané: 3783 tweet;
22:09 nuovo vantaggio dei ‘blancos’ con la grande rovesciata di Bale: 6380 tweet;
22:31 definitivo 3-1 del Real, ancora con Bale: 4080 tweet;
22:38 fine partita: 5002 tweet.

Tutte le altre interessanti informazioni, sui profili social di IQUII Sport, che vi dà appuntamento a Settembre, con UCL Twitter Club, con dati e statistiche su squadre, giocatori e match della UEFA Champions League.

IQUII Sport
Author

Dal retaggio della digital company IQUII, e dall’esperienza continua su progetti di rugby, tennis, calcio e più in generale nello sport a tutti i livelli, nasce lo Sport Innovation Hub pensato per approfondire differenti aree di interesse in ambito sportivo e, nello specifico, Sport Marketing, Sport Technology, Fan Engagement e Insight e Report.

Scrivi un commento